NOTIZIE IMPORTANTI #BUCCINASCO #CORONAVIRUS #COVID19 ATTENZIONE –

TEST SIEROLOGICI

APPELLO AL PRESIDENTE FONTANA

I sindaci della Città metropolitana chiedono che la Regione Lombardia adotti una nuova strategia di intervento con una cabina di regia regionale che adotti criteri omogenei a partire dalla scelta di test affidabili e comparabili tra di loro (complementari e non sostitutivi dei tamponi). Tra i firmatari anche i sindaci di Buccinasco, Cesano Boscone e Trezzano sul Naviglio

Il comunicato dei sindaci

Novanta sindaci della Città Metropolitana di Milano firmano un appello al  presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana per chiedere una strategia comune e una cabina di regia regionale per la gestione dell’emergenza Coronavirus, con la somministrazione di test sierologici con criteri affidabili e omogenei, in modo complementare ai tamponi.

Tra i firmatari anche il primo cittadino di Buccinasco Rino Pruiti, il primo cittadino di Cesano Boscone Simone Negri e il primo cittadino di Trezzano sul Naviglio Fabio Bottero.

“È notizia di questi giorni – scrivono i sindaci – che alcuni comuni hanno cominciato ad effettuare  test sierologici a pagamento a favore dei propri cittadini per la ricerca di anticorpi anti-Covid-19. L’eventuale presenza di anticorpi prodotti dal sistema immunitario in risposta al virus non descrive lo stato di infezione ma racconta il possibile contatto del nostro organismo con il virus.

Per queste ragioni, il ricorso a questi test può essere decisamente utile per capire quali persone possano essere immunizzate nei confronti del Covid-19 e se effettuati massicciamente, per comprendere quale possa essere stata la reale incidenza dell’epidemia della popolazione”.

‍ ‍

“Si tratta quindi di una strategia diagnostica che è complementare ai tamponi ma non li sostituisce”.

‍ Nella lettera i sindaci rilevano anche che i test sin qui impiegati sono privi delle necessarie certificazioni  delle autorità sanitarie.

Ma la questione dell’affidabilità è centrale.

È necessario che le procedure siano realizzate solo con dispositivi certificati, come nel caso del kit sviluppato dall’Ospedale San Matteo di Pavia.

‍“Recentemente il Presidente Fontana ha dichiarato che a partire dal 21 aprile Regione Lombardia effettuerà fino a 20 mila test sierologici al giorno, partendo da Bergamo, Brescia, Lodi e Cremona.

Il rischio è che in assenza di una procedura chiara si generino numeri non confrontabili e pertanto di scarsa utilità”.

I sindaci si appellano quindi al Presidente Fontana affinché:

✅ venga comunicato ai comuni quanti tamponi siano stati effettuati sui propri abitanti con informazioni utili circa i contagi, in particolare rispetto al possibile contatto con altre persone positive e il personale sanitario, eventuali ricoveri, la continuità lavorativa o l’uso di mezzi pubblici;

✅ si definisca una nuova strategia complessiva di intervento a livello regionale che tenga conto delle modalità per effettuare i test sierologici e riveda le direttrici fin qui seguite per il tamponamento, considerando i due approcci complementari;

✅ che lo scenario venga sviluppato sotto la regia della Regione Lombardia avvalendosi dei presidi sanitari locali su tutto il territorio lombardo, compresa la Città Metropolitana di Milano che nell’ultima settimana ha mostrato numeri preoccupanti (e sin qui risulta esclusa dagli interventi);

✅ si guidino i comuni con una cabina di regia regionale: è assolutamente necessario impiegare criteri omogenei, a partire dalla scelta di test affidabili e comparabili tra di loro;

✅ si individui un campione della popolazione altamente significativo su cui possa essere eseguito il test, valido ai fini del monitoraggio dell’evoluzione dell’epidemia nella Regione.

Aggiornamento ore 16,30 dell’ 17 aprile 2020

NESSUN NUOVO POSITIVO OGGI, RIPETO: VIETATO AMMALARSI A #BUCCINASCO !

Il totale dei casi è di 24 positivi, 11 presso il loro domicilio e 13 ospedalizzati con qualche miglioramento clinico.

SONO MOLTE LE FAMIGLIE IN DIFFICOLTA’, STIAMO EROGANDO BUONI SPESA PER 316 RICHIESTE (143.000 EURO) E CONTRIBUTO PER PAGARE AFFITTO PER 26.000 EURO (1.500 EURO A FAMIGLIA).

MI RACCOMANDO LE DONAZIONI PER LA SPESA SOSPESA IN TUTTI I GRANDI SUPER DI BUCCINASCO, SIA ALIMENTARI CHE NON ALIMENTARI.

E’ PARTITO UN SERVIZIO INFERMIERISTICO A DOMICILIO GRATUITO, GESTITO DAL COMUNE, PER AIUTARE ANCHE I MEDICI DI FAMIGLIA CHE SONO ALLO STREMO.

POTETE RICHIEDERLO solo Lunedì e Giovedì dalle 9,00 alle 17,00 TELEFONANDO AL NUMERO : 333 6133530

DA SABATO CONTINUEREMO LA DISTRIBUZIONE DELLE MASCHERINE GRATIS ARRIVATE DALLA REGIONE – SOLO PER ANZIANI OVER 65 E MALATI CRONICI , NON BISOGNA CHIAMARE , DISTRIBUIRANNO I VOLONTARI CON ELENCO DATO DALL’ANAGRAFE COMUNALE.

IL C.O.C. (CENTRO OPERATIVO COMUNALE) E’ APERTO AI NUMERI : 3336133515 – 3336133567 DALLE 9 ALLE 17 . Se avete bisogni, domande o altro chiamate.

LA MASCHERINA E’ OBBLIGATORIA QUANDO SI ESCE DI CASA PER QUALSIASI MOTIVO.

TROVERETE LE MASCHERINE LAVABILI E RIUTILIZZABILI A PREZZO DI COSTO (SENZA NESSUN GUADAGNO PER IL COMUNE) PRESSO LE DUE FARMACIE COMUNALI DI VIA DON MINZONI E VIA MARZABOTTO.

ANCHE PRESSO IL NEGOZIO DAVENIA IN VIA RESISTENZA e NELLA FARMACIA PRIVATA DI VIA TRIESTE.

OGGI HO FIRMATO UNA NUOVA ORDINANZA PER RIAPRIRE GLI ORTI COMUNALI CON DELLE LIMITAZIONI:

  1. SI POTRA’ ACCEDERE SOLO DALLE 6 DEL MATTINO ALLE 10.30
  2. SENZA USARE LE STRUTTURE,
  3. NO ASSEMBRAMENTI.

LA SANZIONE PER CHI NON RISPETTA PRESCRIZIONI E ORARI E’ DI 100 EURO.

   ATTENZIONE NEL TRAGITTO CASA ORTO E VICEVERSA E’ OBBLIGATORIA LA MASCHERINA !

Buccinasco (17 aprile 2020) – Da domani, sabato 18 aprile, sarà possibile recarsi presso gli Orti Comunali di via degli Alpini e via dei Lavoratori nella sola fascia oraria dalle 6 alle 10.30 del mattino.

Oggi il sindaco Rino Pruiti ha firmato un’ordinanza per consentire la ripresa delle attività negli orti comunali a cui potranno accedere soltanto gli assegnatari di un orto comunale, esclusivamente negli orari indicati e mantenendo sempre la distanza interpersonale di un metro.

Chi non osserverà l’ordinanza sarà punito con una sanzione di 100 euro oltre alla segnalazione alla competente Autorità Giudiziaria.

“I nostri orti comunali – spiega il sindaco Rino Pruiti – hanno un’importante valenza sociale, costituiscono per gli anziani assegnatari una fonte di auto sostentamento e di benessere psico-fisico.

Decreti ministeriali e ordinanze regionali specificano di evitare assembramenti e mantenere sempre la distanza interpersonale di un metro:

questa attività solitaria non contrasta con queste misure e potrebbe rappresentare un momento di significativo svago per gli ortisti.

Raccomando però il rispetto assoluto degli orari (dalle 6 alle 10.30 del mattino) e delle norme di comportamento”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

❌❌CAMBIO DELL’ARMADIO?

❌❌TENETE A CASA I VESTITI, NON VANNO PORTATI NEI CASSONETTI GIALLI

⛔️ In questo periodo non è possibile utilizzare i cassonetti gialli per la raccolta degli abiti usati, vista l’emergenza Coronavirus questo tipo di rifiuti non può essere ritirato e trattato.

⛔️ Quindi NON PORTATE I SACCHI CON I VESTITI, NON LASCIATELI NEMMENO NELLE VICINANZE DEI CASSONETTI, viene considerato ABBANDONO DI RIFIUTI e quindi sanzionato.

❌ Nei prossimi giorni i cassonetti saranno temporaneamente rimossi, in modo che non ci siano dubbi.

Tenete a casa i vestiti che intendete donare per quando si potrà di nuovo usufruire della raccolta.